Le case prefabbricate e la figura dei bio-architetti

La bio-edilizia consente di realizzare progetti abitativi eco-sostenibili a prezzi notevolmente più bassi rispetto all’edilizia tradizionale in calcestruzzo. Ma questo avviene solo se a monte ci sono figure esperte e competenti, come i bio-architetti, che conoscono molto bene il settore “green”.


edifici verdi e le case prefabbricate

Quando si parla di moderni alloggi prefabbricati, Rocio Romero è uno degli architetti più conosciuti nel panorama delle abitazioni modulari.

Il suo quartier generale è situato nel Missouri, Stati Uniti d’America, in cui è impegnato attivamente nella realizzazione di case dallo stile cubico e piatto con interni estremamente eleganti e moderni. I kit-casa hanno un prezzo che oscilla tra 23.650 e i 45.255 dollari, importi molto abbordabili e convenienti per chi vuole un “tetto sulla testa” a buon mercato. Romero fa largo uso di pannellature ad incastro per semplificare la costruzione delle abitazioni. Inoltre, l’azienda consegna anche materiale video con le istruzioni dettagliate per l’appaltatore o per l’acquirente esperto in materia edilizia che decide di costruirsi la casa autonomamente. Oltre Romero, ci sono anche altre realtà aziendali che hanno sposato il concetto di “casa eco-sostenibile”, come l’azienda svedese IKEA che ha ampliato il suo catalogo con una moderna casa prefabbricata, la BoKlok, disponibile anche sul mercato europeo. L’importanza di queste case prefabbricate ha raggiunto livelli così elevati che anche il Walker Art Museum ha dedicato una mostra al prefabbricato moderno nel 2006 per sottolineare l’efficacia e l’efficienza di questa nuova branca dell’edilizia.


Le interazioni tra uomo e natura

Sono sempre di più le persone che scelgono soluzioni abitative rispettose dell’ambiente e del portafoglio ed è per questo che il mercato della bio-edilizia è in costante crescita proponendo offerte su misura del cliente. I bio-architetti sono sempre più attenti alla progettazione e all’impiego di impianti ad alta efficienza e basso consumo, installando all’interno delle case prefabbricate sistemi di riscaldamento radiante, climatizzazione a bassa temperatura e tutta quella serie di accorgimenti tecnici in grado di aumentarne lo standard qualitativo-abitativo. L’obiettivo è dare maggior risalto al verde, coniugando il tema del “sostenibile” all’architettura umana eco-friendly creando quel giusto equilibrio naturale che solo un personale qualificato ed esperto in materia “bio” è in grado di realizzare.

Non deve essere un fatto di moda ma un requisito dello stato moderno, una risposta valida e concreta al problema dell’inquinamento ambientale e a quei consumatori con una spiccata sensibilità verso la natura. In base alle dimensioni della struttura, il progettista deve necessariamente tener presente il luogo, le risorse disponibili, le circostanze e la tecnologia a disposizione appagando, al tempo stesso, i bisogni dei clienti e riducendo al minimo lo spreco di elementi e risorse naturali.

L’efficienza degli edifici verdi

Un contesto abitativo fondato su impianti radianti e a bassa temperatura, che minimizzano l’impatto sull’ambiente risparmiando risorse e che contribuiscono alla buona salute delle persone all’interno degli ambienti, possono essere inseriti nella categoria degli “edifici verdi”. Queste abitazioni si caratterizzano per la loro influenza positiva sul paesaggio circostante e sull’uomo, riducendo i consumi energetici e avendo la sostenibilità come unico obiettivo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *