Le finiture interne delle case prefabbricate in legno

Quando si progetta una casa prefabbricata in legno a basso consumo energetico, un’attenzione particolare viene data alla realizzazione delle finiture interne che rappresentano un vero e proprio punto cruciale. Ad esempio, gli attuali edifici in legno sono sempre comprensivi di un pacchetto di infissi-vetri oscuranti all’avanguardia e funzionali allo scopo per il quale sono stati creati, ovvero assicurare il massimo isolamento termico e garantire un basso consumo energetico.


scelta delle finiture interne per case prefabbricate

Il pacchetto infissi-vetri è sempre un tasto “dolente” nella progettazione di un edificio in legno, sia sotto il profilo “termico” che dell’isolamento acustico e i motivi sono i più disparati.

Schermature adeguate e conducibilità termica

Il legno è un buon conduttore di calore e la conducibilità termica di una parete in legno è relativamente bassa con valori U sempre al di sotto di 0,16-0,18 W/m2K. Lo stesso discorso non vale, ad esempio, per i vetri delle finestre di una casa in legno. I migliori tripli cristalli disponibili sul mercato non scendono al di sotto di un valore di trasmittanza U di 0,50 W/m2K. Senza alcun dubbio si tratta di un valore incredibile ed è per questo che le vetrate hanno dimensioni e caratteristiche particolari e specifiche per un ottimo bilancio termico, senza considerare il potenziale surriscaldamento in assenza di schermature idonee.


Da non sottovalutare anche la questione dell’isolamento acustico che è sempre fin troppo “dimenticato” dai tecnici e dai costruttori. Le ampie vetrate, gli infissi e le tapparelle rappresentano dei punti nevralgici che devono essere analizzati accuratamente per evitare l’ingresso di suoni provenienti dall’esterno. Optare per i cassonetti avvolgibili potrebbe rivelarsi una pessima scelta poiché potrebbero diminuire il livello del comfort acustico della casa se non adeguatamente isolati.

Inoltre, le vetrate devono essere dotate di cristalli con un adeguato spessore, come quelle per blindati e antisfondamento stratificato, mentre non è opportuna la doppia camera dei tripli vetri ai fini acustici.

Dotazioni standard per gli edifici in legno

Al giorno d’oggi, tutte le case prefabbricate in legno sono dotate di un pacchetto standard che include infissi isolati in legno con protezione in alluminio o in pvc e tripli vetri di sicurezza. La scelta dipende dal committente, dalle sue esigenze e soprattutto dalla disponibilità del suo budget. Per chi non vuole spendere grosse cifre, il pvc è quello più a buon mercato ma la sua durata non è garantita nel lungo periodo e ha bisogno di costanti cure e manutenzioni. L’oscuramento dei vetri è a discrezione del cliente il quale può decidere, in base ai suoi bisogni, di rimpiazzare i tradizionali sistemi ad azionamento manuale con quelli automatici avvolgibili e frangisole ad azionamento elettrico. Si tratta di sistemi realizzati in alluminio più resistenti e duraturi delle classiche vecchie tapparelle in pvc di una volta. I frangisole, invece, sono ideali come schermatura dai raggi solari diretti durante i mesi più caldi ma non garantiscono un oscuramento totale per cui non sono indicati per le camere. La maggior parte dei sistemi frangisole ha un funzionamento elettrico-automatico e sono in grado di orientare le lamelle per modulare l’ingresso dei raggi solari a proprio piacimento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *